SmartPhone in Viaggio: Guida completa



Smarthphone e tablet fanno parte ormai degli oggetti presenti nelle tasche di ognuno di noi. Quando viaggiamo all'estero i nostri telefoni sono degli strumenti molto utili (10 Applicazioni utili per un viaggio), ma possono anche trasformarsi in un pasticcio confuso tra gergo tecnico, roaming costosissimi, e incompatibilitá varie.
Discutere delle delicate sfumature della frequenza di banda GSM o i codici di sblocco dell' IPhone con il negoziante di telefonia straniero che a stento parla inglese non é esattamente la mia idea di vacanza rilassante e dubito che sia la vostra.
Dal momento che tutti noi vorremmo il nostro smartphone perfettamente operativo quando viaggiamo, ho messo insieme questa guida su tutto quello che c'è da sapere per ottenere il meglio dal vostro telefono, in un modo o nell'altro, quando siete in viaggio.  
E ' piuttosto dettagliata e, speriamo, non troppo complicata, ma dovrebbe aiutare a risparmiare tempo, denaro e un sacco di frustrazione.

Il mio telefono funziona all'estero? La prima cosa da verificare è se il telefono puó effettivamente lavorare all'estero. Nei diversi paesi le aziende di telefonia cellulare utilizzano differenti tecnologie e frequenze, e il telefono deve essere compatibile per poter funzionare (ricevere il segnale per telefonate e SMS). La tecnologia cellulare più comune è il GSM, ed è ampiamente utilizzato in gran parte del mondo. La tecnologia CDMA è meno comune, ma è utilizzata per esempio da Verizon e Sprint negli Stati Uniti, e alcuni vettori altrove se il telefono supporta solo CDMA, è altamente improbabile che funzioni a livello internazionale).Anche se si dispone di un telefono cellulare GSM, però, è necessario assicurarsi che supporti le frequenze utilizzate nelle vostre destinazioni. Per la possibilità di inviare e ricevere chiamate, SMS e dati 3G nella maggior parte del mondo, cercate le parole "quad-band", ossia bande specifiche a 850/900/1800/1900 MHz nel manuale tecnico. Se il telefono supporta tutti e quattro, non avrete problemi durante il viaggio. Questa pagina elenca i dettagli esatti di frequenza GSM per quasi tutti i paesi nel mondo.Ma, non preoccupatevi, al giorno d'oggi i telefoni sono costruiti per poter lavorare quasi ovunque .  


Una volta verificata la compatibilitá ,passiamo  al prossimo ostacolo: lo sblocco.Che cosa è un telefono sbloccato e perché dovrei preoccuparmi? .Se possedete uno smartphone gratuito o lo avete aquistato a un prezzo inferiore direttamente con il contratto di servizio, c'è una buona possibilità che sia bloccato dal proprio operatore (Tre, Wind, Vodafone, TIM ecc...). Questo significa che la compagnia telefonica impedisce al terminale di essere utilizzato con qualsiasi altra sim di un operatore concorrente. Con un telefono bloccato, sarete obbligati a pagare le tariffe di roaming del vostro operatore dal primo momento che atterrate fino al ritorno a casa. Se non siete sicuri che il telefono sia sbloccato, chiedete direttamente al vostro operatore. Al contrario un telefono libero è un telefono che è possibile utilizzare in qualsiasi parte del mondo e sostituire la scheda SIM mentre si viaggia, inserendo le carte locali.
Il roaming é davvero così costoso? Sì, quasi sempre. Il vostro piano tariffario non viene applicato all'estero, e in genere vi addebiteranno costi molto più alti ogni volta che effettuerete una chiamata, invierete un SMS o sopratutto quando utilizzerete la rete dati . Sento spesso storie di persone che tornano a casa e si ritrovano una bolletta stellare dopo un breve viaggio internazionale.Ci sono alcune rare eccezioni, come alcuni pacchetti aziendali che contemplano delle tariffe flat per il roaming.Se non avete un contratto di questo tipo i costi sono sicuramente elevatissimi.   
Come faccio a sbloccare il mio telefono? Navigando in internet si trovano applicazioni che promettono lo sblocco. Se non avete mai provato non tentate la sorte. Il primo passo è sempre quello di chiedere al vostro operatore la possibilitá di sbloccare il terminale. A volte i telefoni da contratto posseduti da piú di un anno possono essere sbloccati dall'operatore stesso, vale sempre la pena chiedere.Se il tuo gestore si rifiuta di sbloccare il telefono, il modo migliore è quello di andare nei negozi di telefonia indipendenti e specializzati che sbloccheranno il telefono per voi. Il mio telefono è sbloccato, ora che fare? Una volta che avete un telefono sbloccato, è sufficiente acquistare una SIM card locale nella vostra destinazione. I vari piani tariffari variano molto di paese in paese, ma generalmente si finisce per pagare tra i 30 e 50€ al mese per una quantità utile di chiamate, SMS e dati. In alcuni paesi esistono piani giornalieri e settimanali se il vostro soggiorno é breve. Questo è un modo economico per avere un contatto telefonico ed i dati internet mentre si è in viaggio. Il rovescio della medaglia è che si dovrà cambiare la SIM ogni volta che si cambia paese così si finisce portando una pila di carte SIM di tutto il mondo con voi (che puó rivelarsi anche un ricordo di viaggio originale). 
Cosa succede se il mio telefono non funziona, o non posso sbloccarlo? Se proprio non siete riusciti a sbloccare il telefono e non potete comprare SIM locali, niente panico, avete ancora alcune opzioni:

1) Utilizzare solo Wi-Fi: lo smartphone non permetterá chiamate né SMS perché non avrete segnale ma puó ancora connettersi tramite WiFi , in modo da chiamare con Skype,  Google Voice, WhatsApp, e scaricare un sacco di applicazioni di viaggio . Sarete sorpresi di quanto  questo approccio può funzionare, sopratutto in molti paesi europei dove le linee Wi-Fi pubbliche funzionano veramente bene.

2) Acquistare uno smartphone sbloccato di fascia bassa. Ci sono un paio di telefoni decenti per i viaggiatori con un prezzo intorno ai 200€. Il mio preferito è sicuramente il Motorola Moto G o il Moto E. Si tratta di uno smartphone abbastanza veloce, con una batteria che dura tutto il giorno e uno schermo da 5 ". Suggerimento: comprare la versione "globale" per la massima compatibilità all'estero.
 
3) Affittare un telefono - È possibile affittare i telefoni negli aeroporti e di diverse aziende , é sempre un opzione da prendere in considerazione solo per un breve viaggio in un paese specifico in cui il mio solito telefono non funziona. É più conveniente che comprarne uno nuovo.


4) Affittate o comprare una hotspot portatile. Gli  hotspot portatili sono piccoli gadget che creano una rete wireless e condividono una connessione dati cellulare fino a 5 dispositivi alla volta. È possibile affittare uno per viaggi brevi con piani tariffari settimanali o mensili.

 
5) Usare un tablet con accesso alla rete telefonica. Se siete già in possesso di un tablet 3G / 4G, possibile utilizzarlo invece di un telefono cellulare, basta acquistare una scheda SIM solo a livello locale, e usare Skype e WhatsApp per le vostre esigenze di telefonia e SMS. È inoltre possibile utilizzare il tablet come un hotspot per condividere la connessione tra gli altri dispositivi.


6) Acquistare un telefono usa e getta.Se siete in un paese e tutto ciò che serve sono le chiamate, gli SMS e magari un po' di  navigazione sul web, basta acquistare il telefono prepagato. Si possono trovare comodamente presso i negozi di telefonia locali. Certo, probabilmente saranno di bassissima qualitá, ma se non avete esigenze particolari svolgeranno bene il loror lavoro. Il vantaggio? se vi cade nella toilette non sará un dramma. Se sopravvive al viaggio, potrete passarlo a qualcun altro quando uscite dal paese.

Tirando un poco le somme, dovrete sapere esattamente dove andate, quanto volete spendere e sopratutto cosa vi permette di fare il vostro attuale operatore telefonico. E´ un po macchinoso ma sarete preparati per tutte el eventualitá. Fate la vostra ricerca per evitare le fregature, e godetevi il massimo confort del vostro smatphone mentre siete in comodamente in vacanza. Buon Viaggio!

0 commenti:

Posta un commento